Area clienti

Accedi/Registrati Accedi/Registrati

Informativa sulla sostenibilità SFDR

Assimoco è la prima compagnia di assicurazione in Italia ad assumere la qualifica di Società Benefit e la prima ad avere ottenuto la certificazione B Corp, attestazione di eccellenza riconosciuta alle aziende che soddisfano i più alti standard al mondo di performance sociale, ambientale ed economica.
Assimoco persegue la sostenibilità, intesa come interdipendenza tra temi che riguardano l’inclusione sociale, lo sviluppo integrale delle persone, la crescita delle comunità locali, la difesa dell’ambiente.
Con queste premesse Assimoco accoglie con favore le iniziative dell’Unione Europea in tema di investimenti sostenibili. 

Piano d’azione europeo per la Finanza Sostenibile

Per attuare gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite e dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, nel 2018, la Commissione Europea ha presentato un piano d’azione per la Finanza Sostenibile.

Nello specifico, il piano mira a:

  1. riorientare i flussi di capitali verso investimenti sostenibili al fine di realizzare una crescita sostenibile e inclusiva;
  2. gestire i rischi finanziari derivati dai cambiamenti climatici, l’esaurimento delle risorse, il degrado ambientale e le questioni sociali; 
  3. promuovere la trasparenza e la visione a lungo termine nelle attività economico-finanziarie.

Nell'ambito di questo piano d'azione, nel novembre 2019 è stato emanato il Regolamento (UE) 2019/2088 sull'informativa relativa alla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (anche noto come "SFDR" Sustainable Finance Disclosure Regulation).

Il Regolamento, in vigore dal 10 marzo 2021, introduce standard di trasparenza informativa, con l'obiettivo di rafforzare la protezione degli investitori finali e di evitare il fenomeno del greenwashing, ossia l'utilizzo di quelle pratiche o strategie finalizzate a costruire un'immagine aziendale ingannevole positiva sotto il profilo della sostenibilità.
Il presente documento fornisce informazioni, a livello di Compagnia, relative alle politiche sul rischio di sostenibilità e dichiarazioni riguardanti gli effetti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, così come richieste dagli articoli 3, 4 e 5 della SFDR.
In altre parole, Assimoco vuole aiutare gli investitori a comprendere meglio i seguenti temi:

  1. “rischi di sostenibilità": eventi o condizioni ambientali, sociali o di governance che, se si verificano, potrebbero causare un impatto negativo effettivo o potenziale sul valore di un investimento;
  2. "fattori di sostenibilità": problematiche ambientali, sociali e concernenti il personale, il rispetto dei diritti umani e le questioni relative alla lotta alla corruzione attiva e passiva;
  3. i "principali effetti negativi”: impatti delle decisioni di investimento che possono provocare effetti negativi sostanziali nell’ambito di uno qualsiasi dei fattori di sostenibilità sopra menzionati.

Nelle sezioni seguenti è possibile trovare le dichiarazioni di Assimoco in merito alla trasparenza informativa richiesta dalla normativa.

Informative

Trasparenza delle politiche in materia di rischio di sostenibilità

 

Al fine di contenere i rischi di sostenibilità, il Gruppo Assimoco integra l’analisi dei fattori di natura ambientale,sociale e di governance nelle decisioni di investimento.

Tale orientamento si concretizza nell’applicazione di filtri negativi al processo di investimento per evitare di finanziare società o settori controversi e nell’utilizzo di metriche ESG, basate su indici di materialità e su indici chiave di performance (KPI).

Trasparenza degli effetti negativi per la sostenibilità a livello di soggetto

 

Il Gruppo Assimoco, nell’ambito delle attività connesse agli investimenti finanziari, prende in considerazione i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità.
L'analisi degli investimenti basata su criteri ambientali, sociali e di governance (ESG), fa sì che venga preso in considerazione un insieme più ampio di rischi e opportunità e le decisioni finali sono pertanto assunte in maniera più informata e consapevole.
A dicembre 2019 sono state definite Linee Guida in materia di investimenti sostenibili a integrazione del documento sulla politica degli investimenti delle Compagnie Vita e Danni:

  1. esclusione di società e settori controversi: non vengono considerate le aziende il cui business è rivolto a settori controversi come quello delle armi o a forte impatto ambientale negativo come quello del carbone. Possono essere escluse anche le aziende coinvolte in gravi violazioni dei diritti umani e Stati con alti livelli di corruzione o con limitazioni della libertà civile e di espressione;
  2. selezione in base alla metrica ESG: non sono previsti investimenti in aziende poco attente ai temi ambientali, sociali e di buona governance da cui discende una bassa valutazione ESG. Il processo di investimento premia soltanto aziende con valutazione ESG medio - alta;
  3. investimenti a impatto: è rivolta particolare attenzione agli investimenti volti a finanziare progetti e iniziative che hanno come scopo esclusivo l’impatto ambientale e sociale.

I criteri elencati mirano a ridurre i principali effetti negativi dei nostri investimenti sulla società e sull'ambiente. 

Per garantire la corretta applicazione dei criteri e un adeguato livello di monitoraggio degli stessi, il Gruppo Assimoco si avvale di dati forniti in continuo da un info provider terzo, specializzato nella raccolta e divulgazione di informazioni extra – finanziarie e di una serie di procedure di controllo interne sull’operativa ex - ante ed ex - post. 

Con riferimento alla osservanza di codice di condotta d’impresa responsabile e delle norme riconosciute a livello internazionale in materia di dovuta diligenza e di reportistica, Assimoco è la prima compagnia di assicurazione in Italia ad assumere la qualifica di Società Benefit e la prima ad avere ottenuto la certificazione B Corp, attestazione di eccellenza riconosciuta alle aziende che soddisfano i più alti standard al mondo di performance sociale, ambientale ed economica.

Al fine di informare i propri stakeholder in merito all’impegno sulla sostenibilità, Assimoco redige una reportistica integrata utile per migliorare la qualità delle informazioni, garantire una più efficiente allocazione delle risorse finanziarie, promuovere un approccio unitario, efficace ed efficiente alla rendicontazione delle performance.

Si fonda sull’identificazione e comunicazione dei fattori che influenzano la capacità dell’azienda di creare valore e fornire una visione d’insieme dell’organizzazione in termini di operatività, rischi ed opportunità e di rendere possibile un management sostenibile volto alla creazione di valore nel tempo.

Nel 2021 viene pubblicata la nostra prima Dichiarazione Non Finanziaria, a carattere volontario, sulla base di quanto indicato dal D. Lgs. 254/2016. All’interno del documento, è disponibile anche la Relazione di Impatto, prevista per le Società Benefit sulla base della legge 28 dicembre 2015, n. 208. 

Trasparenza delle politiche di remunerazione relativamente all'integrazione dei rischi di sostenibilità

 

Con particolare riferimento ai rischi di sostenibilità, in coerenza con le disposizioni di cui al Regolamento UE n. 2088/2019, la Compagnia redige le politiche retributive anche con l’obiettivo di promuovere una gestione sana ed efficace dei rischi suddetti. Pertanto, la Compagnia definisce una struttura retributiva coerente con i propri obiettivi di gestione dei rischi, tale da non incoraggiare un’eccessiva assunzione del rischio in relazione ai rischi di tipo ambientale, sociale o di governance.

Linee guida in materia di strategia di investimento azionario e politica di impegno

 

La strategia di investimento azionario del Gruppo Assimoco viene definita separatamente per i portafogli Danni e Vita e, nell’ambito della Compagnia Vita, distintamente per i diversi portafogli a seconda che questi si riferiscano a Gestioni Separate, fondi interni collegati a prodotti unit linked o altri portafogli.
Con riferimento alle Gestioni Separate, l’allocazione tra le diverse classi di attività è definita a partire da un’analisi integrata di Attività e delle Passività (Asset Liability Management). Le esigenze di diversificazione portano a privilegiare, per quanto riguarda l’esposizione al rischio azionario, OICR e altri strumenti di investimento collettivo. L’investimento diretto in singoli titoli azionari è residuale.
L’investimento diretto in titoli azionari quotati è marginale anche negli altri portafogli di area C Vita e Danni ove pure prevale una logica di controllo del rischio e di diversificazione.
La gestione finanziaria dei Fondi Interni è delegata ad asset manager esterni, legati al rispetto di un mandato di gestione e di una politica di rischio degli investimenti definita dalla Compagnia. A seconda del fondo interno, la strategia azionaria si avvale o dell'investimento in OICR e SICAV o di quello diretto in titoli azionari.
In tutti i casi sopra descritti la politica di investimento prevede limiti di concentrazione molto stringenti per singolo emittente. Non vi è quindi alcuna possibilità di incidere mediante esercizio del relativo diritto di voto, nella determinazione delle strategie delle società partecipate. Il Gruppo Assimoco ha deciso pertanto di avvalersi della possibilità di non adottare una specifica politica di impegno di cui al comma 3 dell’articolo 124-quinquies del decreto legislativo 58/98 (TUF).
 

PRODOTTI SOSTENIBILI LINEA R&I

Il Gruppo Assimoco ha classificato i seguenti prodotti IBIPs in collocamento in base agli articoli 8 e 9 della normativa in esame.

Assolo Moderato 2 Ed. 12/19

Scopri di più

SogniSicuri

Scopri di più

Duo Assimoco Ed. 02/2017

Scopri di più

Multi Assimoco

scopri di più

NostroValore Assimoco

scopri di più

NuovoValore Assimoco Ed. 03/2021

scopri di più