Area riservata

ACCEDI ORA Area riservata

Informativa economico-finananziaria

Gruppo Assimoco

Gruppo Assimoco

Il Gruppo Assimoco ha chiuso il 2014 con un risultato positivo di 12,8 milioni di euro.

 

I premi netti di competenza dell’esercizio 2014, pari a 964 milioni di euro, hanno subito un incremento del 52,90% rispetto all’esercizio precedente. Tale aumento, correlato principalmente alla raccolta del settore Vita, è in linea con l’andamento del settore ed è dovuto principalmente all'effetto raccolta premi di ramo I e V.

 

Nel settore Danni, il Ramo R.C. Auto ha evidenziato un decremento nella raccolta premi (-2,00%) rispetto al corrispondente periodo dell'esercizio precedente. In incremento, invece, la raccolta premi dei rami Infortuni (+5,3%), Malattia (+7,3%) e altri danni e beni (+20,3%).

 

Gli oneri netti relativi ai sinistri nell’anno hanno subito un incremento del 55,8% rispetto all'esercizio precedente dovuto all'elevata produzione nel settore Vita che ha determinato un conseguente aumento delle riserve matematiche.

 

Le commissioni nette si riferiscono ai proventi realizzati sui contratti d’investimento, al netto delle provvigioni riconosciute agli intermediari; l'incremento rispetto all’esercizio precedente riflette l'aumento della massa gestita dei contratti di investimento.

 

Le spese di gestione evidenziano un incremento del 10,20%; anch'esso è dato dall'effetto della maggiore produzione del comparto Vita.

 

Di seguito, alcuni dati salienti sul Gruppo Assimoco:
  

 

2014

2013

Raccolta premi

1.003 milioni di euro

680 milioni di euro

Risultato operativo

30 milioni di euro

27 milioni di euro

Risultato d’esercizio

12,8 milioni di euro

7,5 milioni di euro

Rapporto di solvibilità corretta

130,2%

123,1%

Bilancio 2015

Assimoco S.p.A

La società Assimoco S.p.A. ha chiuso il 2014 con un risultato positivo di 12,0 milioni di euro.

 

I premi emessi dalla Società nel lavoro diretto ed indiretto sono ammontati complessivamente a 219 milioni di euro (215 nel 2013), con un decremento dell'1,80% rispetto all’esercizio precedente.

 

In particolare il ramo R.C. Auto evidenzia un decremento nella raccolta premi (-2,0%) rispetto al corrispondente periodo dell'esercizio precedente. In controtendenza la raccolta premi nei rami Infortuni (+5,3%), Malattia (+7,3%) e Perdite Pecuniarie (+20,3%) per effetto della commercializzazione del prodotto CPI.

 

Il rapporto sinistri a premi dell’esercizio ha fatto registrare un incremento rispetto al precedente esercizio (67,6% contro 66,3% del 2013).

 

Lo sviluppo sinistri degli esercizi precedenti ha evidenziato un utile di 23,6 milioni di euro contro gli 11,8 milioni di euro del 2013.

 

L’incidenza delle spese di gestione sui premi di competenza è pari al 32,05%, in lieve aumento rispetto all’esercizio precedente (29,8%).

 

Il risultato tecnico della riassicurazione ha evidenziato una perdita complessiva di 10,979 milioni di euro, a fronte di una perdita di 10,746 milioni di euro dell'esercizio precedente.

 

La gestione patrimoniale e finanziaria ha generato un risultato economico al netto degli oneri di gestione di 12,89 milioni di euro rispetto al risultato del 2013 pari a 12,102 milioni di euro. L'incremento pari a 788 mila euro dei Proventi Patrimoniali e Finanziari netti è attribuibile in buona parte ad un aumento dei proventi ordinari e ad un aumento significativo della valutazione della partecipazione di Assimoco Vita.

 

Di seguito, alcuni dati salienti della società:

 

2014

2013

Raccolta premi

219 milioni di euro

215 milioni di euro

S/P di competenza

56,8%

60,9%

Combined ratio

88,8%

90,8%

Risultato tecnico

21 milioni di euro

14 milioni di euro

Risultato finale

12,0 milioni di euro

7,1 milioni di euro

Rapporto di solvibilità

277,9%

223,3%

 

Bilancio 2015

Assimoco Vita S.p.A

La società Assimoco Vita S.p.A. ha chiuso il 2014 con un risultato positivo di 5,5 milioni di euro.

 

La raccolta premi totale di Assimoco Vita nell’esercizio 2014 ammonta a 792,6 milioni di euro con un incremento del 69,69% rispetto all’esercizio 2013 (467,1). L'incremento della raccolta globale ha riguardato principalmente il comparto delle polizze rivalutabili di ramo I e V legate alle gestioni separate della Compagnia (+327 milioni di euro) e delle forme assicurative caso morte (ramo I) che, con premi globali pari a 36,2 milioni di euro, si sono incrementate del 6,64% rispetto all'anno precedente.

 

Gli oneri relativi ai sinistri al lordo della riassicurazione ammontano a 464.484 mila euro (278.060 mila euro nel 2013). In particolare è stato rilevato un incremento del 104,32% dei capitali maturati (+160,61 milioni di euro), delle rendite (+56,06%) e dei sinistri (+65,7%).

 

Le spese di gestione nette ammontano a 24.625 mila euro contro 22.560 mila euro dell’esercizio 2013. L’aumento rispetto all’esercizio 2013 è riconducibile al mix della raccolta a favore delle polizze di puro rischio che prevedono una maggiore aliquota provvigionale. 

La gestione patrimoniale e finanziaria degli investimenti di Classe C ha dato luogo a un risultato positivo, netto di oneri di gestione, di 78.482 mila euro a fronte dei 65.021 mila di euro del 2013. Le riprese di valore nette si sono attestate a 2.572 mila euro rispetto ai 2.892 mila euro del 2013. In diminuzione, invece, i proventi ordinari netti.

 

Le riserve tecniche si attestano a 2.244 milioni di euro e risulta in incremento rispetto al precedente esercizio del 21,30% (1.850 milioni).

 

Di seguito si riportano alcuni dati salienti della società:

 

2014

2013

Raccolta premi

793 milioni di euro

467 milioni di euro

Margine finanziario

13 milioni di euro

10 milioni di euro

Risultato tecnico

5 milioni di euro

2 milioni di euro

Risultato finale

6 milioni di euro

4 milioni di euro

Rapporto di solvibilità

119,02%

120,7%

  Bilancio 2015