Area riservata

ACCEDI ORA Area riservata
A
  • AGENTE DI ASSICURAZIONE

    v. Intermediario di assicurazione.

  • AGGRAVAMENTO (DEL RISCHIO)

    Si ha aggravamento del rischio quando, dopo che è stato stipulato il contratto di assicurazione, avvengono mutamenti che aumentano la probabilità del verificarsi del rischio assicurato.  IL Contraente e l’Assicurato hanno l’obbligo di segnalare immediatamente l’avvenuto aggravamento del rischio all’Assicuratore anche per il tramite dell’Intermediario. Poiché l’aggravamento del rischio determina una situazione nuova e potenzialmente più rischiosa l’Assicuratore può decidere se recedere dal contratto restituendo la parte di premio pagata e non goduta o se richiedere un’integrazione del premio. 
     

  • ARBITRATO

    Procedimento per la risoluzione extragiudiziale delle controversie che possono sorgere fra assicurato ed assicuratore. La possibilità di fare ricorso all'arbitrato, in genere, viene prevista già in occasione della stipulazione del contratto di assicurazione, con apposita clausola.
     

  • ASSICURATO

    In termini generali, l'assicurato è il soggetto esposto al rischio. Nelle assicurazioni contro i danni, in particolare, l'assicurato è il titolare dell'interesse economico protetto (ad esempio, il proprietario dell'immobile assicurato contro l'incendio); nelle assicurazioni sulla vita, è la persona dalla cui morte o sopravvivenza dipende l'obbligo per l'assicuratore di pagare un capitale o una rendita. L'assicurato non coincide necessariamente con il contraente, che è colui che stipula il contratto di assicurazione e si obbliga a pagare il premio; nelle assicurazioni sulla vita, può anche essere diverso dal beneficiario che è il soggetto al quale l'assicuratore corrisponde le somme dovute.

  • ASSICURATORE

    v. Impresa di assicurazione.
     

  • ASSICURAZIONE (ATTIVITA' ASSICURATIVA)

    Operazione con cui un soggetto (assicurato) trasferisce ad un altro soggetto (assicuratore) un rischio al quale egli è esposto (naturalmente o per disposizione di legge). Ad esempio, il proprietario che assicura la propria automobile contro il rischio di furto trasferisce all'assicuratore le conseguenze economiche negative dell'eventuale verificarsi del furto. La funzione che svolge l'assicurazione è l'eliminazione di una situazione di incertezza che grava su chi è sottoposto ad un rischio determinato. Per il proprietario dell'automobile assicurata viene meno l'incertezza perché egli sa che, in caso di furto, può contare sull'impegno dell'assicuratore a pagare l'indennizzo. L'eliminazione dell'incertezza si attua grazie al fatto che l'assicuratore, assumendo un numero elevato di rischi del medesimo tipo, è in grado di calcolare la probabilità del verificarsi del rischio e di ripartirne le conseguenze su una pluralità di soggetti ad esso egualmente esposti.

  • ASSICURAZIONE A PRIMO RISCHIO ASSOLUTO

    Forma di assicurazione per la quale l'assicuratore si impegna a indennizzare il danno verificatosi fino a concorrenza del valore assicurato, anche se quest'ultimo risulta inferiore al valore globale dei beni assicurati (valore assicurabile). Non si applica dunque, con questa forma di assicurazione, la cosiddetta regola proporzionale.

     

    ESEMPIO Se si assicurano beni contro il rischio di furto per una somma pari a 200.000 €, al momento del sinistro che ha provocato un danno di 100.000 € può risultare che il valore dei beni sia pari a 250.000 € , superiore quindi al valore assicurato.
     

     

    Valore
    Assicurato
     
    Valore
    Assicurabile
    Danno
    Subito
    Danno
    Indennizzato
    200.000 250.000 100.000 100.000
    200.000 250.000 300.000 200.000

    A prescindere dalla differenza fra valore assicurabile e valore assicurato, l'assicuratore indennizza - entro il limite massimo del valore assicurato - il danno subito dall'assicurato, senza le riduzioni conseguenti alla applicazione della regola proporzionale.

  • ASSICURAZIONE A PRIMO RISCHIO RELATIVO

    Forma di assicurazione per la quale devono essere indicati in polizza sia il valore assicurato, che rappresenta il massimo dell'indennizzo ottenibile dall'assicuratore, sia il valore delle cose assicurate (valore assicurabile). Se, al momento del sinistro, il valore dei beni assicurati risulta superiore al valore a questo titolo dichiarato in polizza, l'indennizzo viene ridotto secondo la regola proporzionale.


    ESEMPIO Assicurazione di beni contro il rischio di furto per un valore pari a 200.000 € (valore assicurato), con indicazione nella polizza di un valore dei beni assicurati pari a 250.000 € (valore assicurabile). Al momento del sinistro, che ha provocato un danno di 100.000 €, può risultare che il valore effettivo dei beni (300.000 €) sia superiore al valore indicato in polizza (250.000 €).

     

    Valore
    assicurato
     
    Valore
    dichiarato
    Danno
    subito
    Danno
    indennizzato
    200.000 250.000 100.000 83.000

    Il danno indennizzato, in questo caso, è inferiore al danno subito dall'assicurato. Trova infatti applicazione la regola proporzionale secondo cui, per la determinazione dell'indennizzo, il danno subito viene ridotto in proporzione al rapporto tra valore dichiarato e valore dei beni al momento del sinistro: 100.000 x (250.000 : 300.000) = 83.333 €.

  • ASSICURAZIONE A VALORE INTERO

    Forma di assicurazione per la quale il valore assicurato deve corrispondere al valore dei beni assicurati (valore assicurabile). Nel caso in cui quest'ultimo sia superiore al primo si ha sottoassicurazione, si applica la regola proporzionale, per cui l'assicuratore indennizza il danno solo in parte in proporzione al rapporto tra valore assicurato e valore assicurabile.


    ESEMPIO Assicurazione di beni contro il rischio di furto per un valore pari a 200.000 € (valore assicurato). Al momento del sinistro, che provoca un danno di 100.000 €, può risultare che il valore effettivo dei beni sia pari a 250.000 € (valore assicurabile).

     

    Valore
    assicurato
     
    Valore
    assicurabile
    Danno
    subito
    Danno
    indennizzato
    200.000 250.000 100.000 80.000

     

    Il danno indennizzato è, in questo caso, inferiore al danno subito. Trova infatti applicazione la regola proporzionale, secondo cui, nella determinazione dell'indennizzo, il danno subito viene ridotto in proporzione al rapporto tra il valore assicurato e il valore dei beni al momento del sinistro: 100.000 x (200.000 : 250.000) = 80.000 €.

     

  • ASSICURAZIONE ASSISTENZA

    Garanzia con la quale l'assicuratore si impegna a mettere a immediata disposizione dell'assicurato un'assistenza nel caso in cui questi venga a trovarsi in difficoltà a seguito del verificarsi di un evento fortuito (guasto meccanico all'auto, infortunio all'estero, ecc.). L'aiuto può consistere nella prestazione di un servizio o nella corresponsione di una somma di denaro.
     

  • ASSICURAZIONE CAUZIONI

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a indennizzare - nei limiti della somma garantita - un terzo (beneficiario) nel caso in cui l'assicurato non adempia gli obblighi previsti da un contratto o da una norma, successivamente rivalendosi verso l'assicurato stesso. L'assicurazione cauzioni svolge la medesima funzione giuridico-economica delle cauzioni in denaro e delle fideiussioni bancarie.
     

  • ASSICURAZIONE DEL CREDITO

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a coprire il rischio dell'insolvenza qualora un debitore dell'assicurato non adempia al pagamento del debito alla scadenza stabilita.

  • ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITA' CIVILE GENERALE

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a tenere indenne l'assicurato di quanto questi debba pagare, in quanto responsabile per legge, a titolo di risarcimento dei danni involontariamente cagionati a terzi in conseguenza di un sinistro verificatosi in relazione ai rischi per i quali è prestata l'assicurazione. I rischi della responsabilità civile sono numerosi e possono riguardare : la proprietà di un fabbricato, l'attività professionale, la responsabilità del datore di lavoro (RCT/O), la responsabilità per l'inquinamento, etc..

  • ASSICURAZIONE DELLA TUTELA GIUDIZIARIA

    Garanzia con la quale l'assicuratore si impegna a rimborsare all'assicurato le spese necessarie per la tutela, giudiziale o stragiudiziale, dei diritti dell'assicurato stesso nei confronti di un terzo. Rientrano nelle spese rimborsabili, tra le altre, quelle di consulenza e assistenza legale nonché, se necessarie, quelle sostenute per l'intervento di un avvocato e quelle processuali.

  • ASSICURAZIONE DI SECONDO RISCHIO

    Contratto di assicurazione contro i danni complementare ad altra garanzia assicurativa, nel senso che l'assicurazione di secondo rischio è operante solo per la parte di danno che supera l'indennizzo dovuto dal primo assicuratore.

  • ASSICURAZIONE FURTO

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a indennizzare l'assicurato per i danni materiali e diretti derivanti dal furto delle cose assicurate.

  • ASSICURAZIONE INCENDIO

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a indennizzare l'assicurato per i danni materiali e diretti derivanti dall'incendio delle cose assicurate.

  • ASSICURAZIONE INCENDIO/FURTO (per l'Auto)

    Garanzia che permette di assicurare il proprio veicolo per i danni materiali e diretti subiti inconseguenza di incendio con sviluppo di fiamma, esplosione, scoppio ed azione del fulmine (ad esclusione di bruciature e fenomeni elettrici senza sviluppo di fiamma), furto e rapina (compresi i danni prodotti al veicolo nell’esecuzione o nel tentativo di furto o rapina del veicolo stesso). Sono altresì compresi i danni da urto, collisione, ribaltamento e uscita di strada subiti dal veicolo (inclusi i suoi pezzi di ricambio e gli accessori ad esso stabilmente fissati) durante la circolazione dello stesso successiva al furto od alla rapina.

  • ASSICURAZIONE INFORTUNI

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a garantire all'assicurato l'indennizzo dei danni conseguenti ad un infortunio, dal quale derivi un'invalidità permanente e un'inabilità temporanea a svolgere un'attività lavorativa oppure la morte.

  • ASSICURAZIONE INVALIDITA' DA MALATTIA

    v.Assicurazione malattia

  • ASSICURAZIONE KASKO

    Garanzia con la quale l'assicuratore si impegna a indennizzare l'assicurato per i cosiddetti "guasti accidentali", ossia i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato in conseguenza di collisione, urto, uscita di strada verificatisi durante la circolazione

  • ASSICURAZIONE MALATTIA

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a rimborsare i costi sostenuti dall'assicurato in conseguenza di ricovero o intervento chirurgico dovuti a malattia o infortunio, ovvero in conseguenza di visite specialistiche o esami diagnostici, oppure a garantire all'assicurato l'indennizzo dei danni conseguenti ad una malattia dalla quale derivi un'invalidità permanente o un'inabilità temporanea a svolgere un'attività lavorativa.

  • ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA RC AUTO

    Contratto di assicurazione obbligatoria per tutti i veicoli a motore ed i natanti che garantisce il conducente nonché, se persona diversa, il proprietario del mezzo contro il rischio di dover risarcire a terzi i danni provocati dalla circolazione del veicolo o del natante.

  • ASSICURAZIONE PLURIMA

    Si ha assicurazione plurima o presso diversi assicuratori quando per lo stesso rischio (ad esempio: incendio), sullo stesso bene (ad esempio: abitazione) e per un comune periodo di tempo, l'assicurato stipula separatamente più contratti di assicurazione presso diverse assicurazioni che sono volti a garantire l'assicurato contro i rischi cui sono esposti singoli beni del suo patrimonio (ad esempio, la casa o l'automobile), il patrimonio nel suo complesso o la sua stessa persona. Nel primo caso si parla di assicurazioni di cose (ad esempio, assicurazione furto, incendio, ecc.); nel secondo caso si parla di assicurazioni del patrimonio o di assicurazioni di spese (ad esempio, assicurazione della responsabilità civile); nel terzo caso si parla di assicurazioni contro i danni alla persona. Le assicurazioni contro i danni, ad eccezione di quelle contro i danni alla persona (assicurazione infortuni e invalidità da malattia), sono rette dal cosiddetto principio indennitario.
     

  • ASSICURAZIONE TRASPORTI

    Contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si impegna a indennizzare l'assicurato per i danni che dovessero riguardare un particolare mezzo di trasporto (nave, aereo, treno) o le merci trasportate su di esso. Se la garanzia riguarda i danni al mezzo di trasporto si parla di assicurazione di corpi; se essa riguarda i danni alla merce si parla di assicurazione delle merci trasportate. L'assicurazione trasporti copre anche le responsabilità connesse al trasporto: ad esempio, r.c. del vettore terrestre per danni alle merci trasportate su autocarro, r.c. veicoli marittimi, lacustri, fluviali (compresa la responsabilità del vettore).
     

  • ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI

    Le assicurazioni contro i danni comprendono tutti quei contratti di assicurazione che sono volti a garantire l'assicurato contro i rischi cui sono esposti singoli beni del suo patrimonio (ad esempio, la casa o l'automobile), il patrimonio nel suo complesso o la sua stessa persona. Nel primo caso si parla di assicurazioni di cose (ad esempio, assicurazione furto, incendio, ecc.); nel secondo caso si parla di assicurazioni del patrimonio o di assicurazioni di spese (ad esempio, assicurazione della responsabilità civile); nel terzo caso si parla di assicurazioni contro i danni alla persona. Le assicurazioni contro i danni, ad eccezione di quelle contro i danni alla persona (assicurazione infortuni e invalidità da malattia), sono rette dal cosiddetto principio indennitario.

  • ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI ALLA PERSONA

    Contratti di assicurazione con i quali l'assicurato si tutela contro il rischio di danni alla propria persona. Rientrano in questa categoria l'assicurazione infortuni e l'assicurazione invalidità da malattia.

  • ASSICURAZIONI DEL PATRIMONIO (O ASSICURAZIONI DI SPESE)

    Contratti di assicurazione con i quali l'assicurato si tutela contro il rischio di una variazione negativa del suo patrimonio, considerato nel suo complesso, sia che essa derivi dal sorgere di un debito (assicurazione della responsabilità civile) sia che essa derivi da una spesa (ad esempio: spese legali, spese di cura).

  • ASSICURAZIONI DI COSE

    Contratti di assicurazione aventi per oggetto uno o più beni determinati del patrimonio dell'assicurato, il cui valore può essere esattamente calcolato.
     

  • ASSICURAZIONI SULLA VITA

    Le assicurazioni sulla vita comprendono tutti quei contratti di assicurazione che prevedono l'obbligo dell'assicuratore di versare al beneficiario un capitale o una rendita quando si verifichi un evento attinente alla vita dell'assicurato (ad esempio, morte o sopravvivenza ad una certa data).

  • ATTESTATO DI RISCHIO

    Nell'assicurazione obbligatoria rc auto è il documento consegnato all'assicurato alla scadenza del contratto di assicurazione. Ha validità cinque anni e contiene, tra l'altro, l'indicazione del numero dei sinistri verificatisi negli ultimi 5 anni, nonché, nel caso in cui si applichi la clausola bonus-malus, la classe di merito di provenienza, quella di assegnazione e la classe di Conversione Universale

B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z